Giovanni Marchini

  il Cavallo Narratore

GiovMarchini


 


 

Fra i quadri del periodo romano occupa un posto di rilievo  Il Cavallo narratore (1901 -Olio su tela, cm : 148 x 273 -coll.priv.)  considerato dalla critica il capolavoro del Marchini « simbolista » .

Desunto da un racconto di Leone Tolstoj « Cholstomer » ,  la tela suscita grande scalpore di critica al Concorso « Milyus » di Milano, 1903.

« Nel mezzo del cortile rischiarato dalla luna stava l’alta figura macilenta del castrone con l’alta sella e il corno sporgente dell’arcione. I cavalli gli stavano intorno, come se da lui fossero venuti a conoscenza di qualcosa di nuovo, di insolito… » Leone Tolstoj

 Emozionante questo notturno, i cui bagliori lunari illuminano il vecchio cavallo che staglia a terra lunghe ombre inquietanti ma che gli rendono grande dignità, al cui cospetto sono schierati in maniera diversa,  scalpitanti puledri e giovani giumente come se fossero in ascolto di una lezione di vita , dipinti con tocco energico, ma raffinato che varia dal verde cupo al blu,  al  verde rame nei toni più chiari.

     
           

Home

copyright 2006