Giovanni Marchini
  La Gioventù

GiovMarchini

 


             
   

Giovanni Marchini nacque a Forli il 3 dicembre 1877 da una famiglia umile costretta dalla povertà ad emigrare in Argentina, a Buenos Aires; là il giovane iniziò a lavorare presso un pittore decoratore nell'atelier del quale imparò i primi rudimenti dela tecnica pittorica. Ben presto comunque ritornò in Italia e iniziò la sua formazione artistica, prima a Firenze, dove fu allievo di Giovanni Fattori poi a Venezia e Roma con una breve permanenza a Napoli. Dopo alcuni anni di vita estrosa e disordinata scelse di rientrare definitivamente in Romagna.
I principali temi a cui l'artista si ispirò furono la natura e il mondo degli umili temi realizzati con lirismo e tenera partecipazione .
I  taccuini che portava sempre con sé (secondo l’abitudine tipica del Fattori),  in particolare quelli  che vanno dal 1886 al 1904,  rappresentano,  con rapido tratto sicuro dal segno minutissimo,  i particolari più espressivi della vita quotidiana.
La scelta del linguaggio figurativo-realistico non mutò mai in lui nonostante il susseguirsi, nel primo novecento, di nuovi modi di espressione proposti da varie correnti pittoriche.

Con amici pittori, letterati e musicisti fondò nel 1921 " Il Cenacolo artistico" e di esso fece parte il suo allievo e amico Maceo Casadei.
Si sposò nel 1923 e nacquero 2 figli. Nel 1929 acquistò una casa " Il Raggio" al passo dei Mandrioli nel cuore dell'Appenino Tosco-Romagnolo; là, circondato dai suoi cari passò lunghi periodi estivi immerso in quello splendido paesaggio riproposto tante volte nelle sue tele.
Nel 1939 Marchini cominciò a soffrire di problemi di cuore, malattia che lo condusse sette anni più tardi alla morte. Le crisi, talora dolorosissime non gli impedirono di continuare a dipingere, preparare mostre di cui l'ultima a Parma nel 1943 e partecipare alla vita della sua città. Attraverso le tematiche, la luce, i colori le sue ultime opere rivelano i segni della malattia e delle dolorose vicende della guerra e testimoniano del suo stato d'animo sofferente; si spense a Forli il 18 febbraio 1946.
 

il cavallo narratore

     
 
   

copyright 2006
Home
             

copyright 2006

giovanni marchini; marchini giovanni; pittore macchiaiolo